Una nuova esperienza sensoriale: dialogo nel buio

articolo 4

19 nov Una nuova esperienza sensoriale: dialogo nel buio

“Nel buio non conta l’apparire, contano le persone. Tutto è più intenso, più vero perché in realtà il buio non nasconde, ma svela”. Dialogo nel Buio è una mostra davvero insolita, ospitata nella sede dell’Istituto dei Ciechi di Milano.

In buona sintesi, si tratta di un percorso che i visitatori sono invitati a compiere in totale assenza di luce, accompagnati da esperte guide non vedenti. Il bastone e la voce della guida sono gli accompagnatori (e l’ausilio) per oltre un’ora in completa oscurità, ripercorrendo ambienti ricchi di suoni, di profumi. Insomma, un modo diverso di “vedere” affidandosi all’opera degli altri sensi quali il tatto, l’udito, l’olfatto ed il gusto per vivere un’esperienza straordinaria.

Coinvolti come siamo – per professione –  nel mondo della sensorialità, siamo rimasti affascinati da questa iniziativa che tra l’altro pur avendo il sapore di una novità esiste già dal lontano 2005. E poiché siamo anche dei ricercatori, ecco che siamo andati “a caccia” di opinioni e commenti da parte di chi ha provato questa esperienza.

Ci siamo così resi conto che per tutti si è trattato di un momento molto intenso: essere privati (temporaneamente) della vista ha creato in alcuni iniziale sconcerto e qualche timore. Ma alla fine tutti ne sono usciti con  la consapevolezza di aver provato emozioni insolite. Il percorso infatti, più che far capire come si sente chi è portatore di questo handicap, intende far provare a recepire sensazioni che non siano quelle immediatamente legate alla vista. Agli altri sensi è quindi demandato il compito di “ricostruire” , grazie ad una serie di stimoli auditivi, tattili e olfattivi, immagini che gli occhi non possono vedere.

Curiosamente, molti hanno osservato che nel buio totale, all’interno del gruppo di visitatori si creava un rapporto particolare. La mancanza di condizionamenti dettati dall’estetica, dalla mimica facciale, dal linguaggio del corpo, determinava la sensazione di instaurare rapporti più “veri”. Senza poi menzionare il fatto che durante il percorso era la guida, ipovedente,  a trovarsi a suo completo agio a differenza di quanto accadeva per i visitatori.

L’Istituto dei Ciechi di Milano è stato presente anche all’EXPO, presso il Padiglione Italia, con il percorso “Mercato al Buio”.

Per saperne di più: http://www.dialogonelbuio.org/

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.