LE AZIENDE CHE TESTANO LE LORO IDEE CRESCONO DI PIÙ

Ogni giorno centinaia di consumatori ci aiutano a migliorare i prodotti dei nostri clienti

TRASFORMA IL TUO PRODOTTO IN UN BRAND

UN CENTRO DI RICERCA EUROPEO

È stimolante far crescere un’idea in luoghi fatti solo per testare

Il laboratorio di Adacta

Il Consensory® Center è il luogo che abbiamo creato per dimostrare la nostra visione delle ricerche sul prodotto ed i valori professionali in cui crediamo.

 

Un anno di lavoro per realizzare uno tra i più moderni e attrezzati centri in Europa dedicato alle ricerche sensoriali ed alle prove di prodotto.

 

Visita la struttura, clicca qui

 

Una progettazione attenta degli spazi, frutto della consulenza di esperti che da anni lavorano a contatto con aziende di livello nazionale ed internazionale, ci ha consentito di realizzare diverse aree funzionalmente integrate fra di loro.

 

L’articolazione di questa struttura che si sviluppa su due piani e su una superficie complessiva di oltre 500 mq., riflette il doppio approccio che è spesso utile adottare per studiare compiutamente le prestazioni sensoriali dei prodotti alimentari, quello della percezione “soggettiva” dei consumatori, affiancato a quello della misurazione “oggettiva” dei giudici sensoriali.

 

Il sistema di qualità del Consensory®Center è certificato UNI EN ISO 9001 : 2008 e UNI ISO 20252:2012.. Il centro ha inoltre ottenuto l’autorizzazione sanitaria ed opera nel rispetto del manuale di autocontrollo per l’igiene degli alimenti basato sui principi del sistema HACCP.

lab2

La Sensory Room del Consensory® Center (Iso 8589) per l’analisi oggettiva delle proprietà sensoriali dei prodotti, è dotata di 10 cabine attrezzate per la valutazione individuale da parte dei giudici sensoriali. Un sistema di verifica ambientale garantisce il controllo degli odori, della temperatura e dell’umidità. Tutte le postazioni sono informatizzate e lavorano con un programma statistico di acquisizione dei dati sensoriali.

 

L’area è collegata al culinary center da un montacarichi interno che consente il passaggio dei campioni in test ed è annessa alla sample preparation room ed alla sala di generazione dei descrittori dove i giudici si riuniscono per lavorare sui prodotti oggetto di indagine prima della seduta sensoriale vera e propria.

 

Il laboratorio sensoriale del Consensory® Center fa parte dell’Adacta Sensory net, la prima rete italiana di laboratori sensoriali nata nel 2001. Un network di sensory room specializzate per categoria di prodotto ed accuratamente selezionate, scelte e seguite dai nostri esperti sensoriali. Una rete che lega alcune fra le principali aziende del settore sotto la direzione scientifica ed operativa dei nostri ricercatori.

 

Guarda il video

giudici2

Chi è il giudice sensoriale?

È una persona:

  • uomo o donna, giovane o anziana
  • selezionata perché predisposta fisiologicamente
  • addestrata metodologicamente
  • che lavora in commissione (panel)

 

Che differenza c’è fra un consumatore ed un giudice?

I consumatori esprimono giudizi soggettivi, vale a dire: misure di gradimento, di preferenza, di accettabilità, di aspettativa.
I giudici esprimono giudizi oggettivi, misure di intensità, classificazione per attributi.

 

Fra consumatori e giudici non c’è conflitto ma complementarietà, possiamo dire che i giudici misurano ciò che i consumatori apprezzano.

 

Il sapore ha un ruolo chiaro nella valutazione sensoriale di un prodotto, ma quali sono le caratteristiche che possiamo percepire attraverso gli altri quattro sensi?

 

Cominciamo dall’olfatto.

Il naso ha un ruolo fondamentale nell’assaggio di un prodotto: il profumo, il semplice odore di un alimento contribuisce a crearne il gusto. Non a caso quando siamo raffreddati ed abbiamo il classico “naso otturato” non riusciamo a distinguerne bene il sapore.

 

E la vista?

Gli occhi danno la possibilità di immaginare, ancor prima di assaggiarlo, come sarà un prodotto.

 

E il tatto e l’udito?

Toccando un prodotto ci possiamo rendere conto del suo volume, della sua consistenza, del suo peso. Pensiamo all’importanza del ruolo di quest’organo di senso nella scelta di un prodotto cosmetico, ad esempio una crema.
Attraverso le nostre orecchie percepiamo invece il rumore che “producono” i prodotti. Le persone con problemi di udito hanno maggiore difficoltà ad avvertire la croccantezza di una mela o la morbidezza di una caramella. Nel comparto non food è poi indiscutibile il ruolo che ha quest’organo di senso. Forse non tutti sanno che il “click” della chiusura di un rossetto o il rumore che produce lo sportello quando viene chiuso, possono avere un’influenza non da poco nella scelta d’acquisto da parte del consumatore.

 

Come si diventa giudici sensoriali?

Periodicamente il nostro panel leader indice delle selezioni per il reclutamento e l’addestramento di nuovi giudici sensoriali. L’attività di screening dei candidati ha una durata di circa una settimana e punta a verificare l’attitudine dei candidati relativamente a:

  • capacità di percezione visiva, gustativa e tattile
  • qualità dei recettori nasali
  • attitudine intellettiva a compiere test discriminanti qualitativi, test descrittivi semantici ed in generale alla comprensione dei metodi di analisi

 

Perché i giudici sensoriali vengono definiti come uno strumento di misura?

Fino ad oggi non hanno ancora inventato una macchina che sia in grado di valutare l’intensità degli attributi di un prodotto, ad esempio l’intensità del dolce, dell’amaro, dell’acido. Un giudice sensoriale sa farlo.

 

Il giudice sensoriale viene retribuito?

Certamente. Fare il giudice sensoriale significa svolgere un lavoro e come tale è giusto che l’impegno venga ripagato con un corrispettivo economico.

 

Guarda il video

consumer beauty center

Testare questo tipo di prodotti è una esperienza ad elevato contenuto sensoriale.

Texture, colore, profumo, pack costituiscono infatti i principali driver di gradimento per i cosmetici, i detergenti ed i prodotti per la pulizia della casa.

 

Per trasformare l’uso di un bene in un’esperienza di consumo, sia a punto vendita, che nell’atto del consumo vero e proprio servono delle tecniche sofisticate di ricerca che necessitano di luoghi sempre più specializzati per i test di prova. Per tale motivo all’interno del Consensory® Center abbiamo realizzato una sala test con speciali postazioni sensoriali, ciascuna dotata di lavandino, specchio, sala preparazione campioni collegata e dispositivo di riciclo e pulizia dell’aria.

 

Guarda il video

consumer-test2

Molte sono le scelte che concorrono al successo di un prodotto: i benefici funzionali, edonistici o nutrizionali, la connotazione sensoriale, il nome, la confezione, il colore, il sapore o la formula, la comunicazione ed il prezzo.

 

L’ascolto dei consumatori aiuta le aziende a scegliere il mix più adatto.
L’integrazione della consumer research con l’analisi sensoriale fornisce risultati ancora più completi.

 

Per dare queste risposte i ricercatori di Adacta hanno creato il Consensory® Test System.

 

Guarda il video

logistica2

La logistica è un elemento chiave nelle ricerche di marketing ed in particolare per quelle aziende che come Adacta hanno scelto la specializzazione nel product testing. La crescita di questa area aziendale ha determinato l’esigenza di:

 

  • individuare una risorsa, il “logistics manager” in grado di coordinare tutte le attività di gestione dei prodotti;
  • realizzare un’organizzazione logistica con ampi depositi per lo stoccaggio dei prodotti e delle attrezzature per la movimentazione ed il trasporto;
  • stringere rapporti di partnership con strutture specializzate nel settore, in particolare per quanto riguarda la movimentazione dei freschi e la loro conservazione;
  • sviluppare una particolare competenza nelle modalità di corretta ed efficace “blindizzazione” dei prodotti, con una capacità produttiva adeguata anche a grandi quantità.

 

Un sistema informatico assiste le diverse fasi di preparazione dei campioni consentendo di controllare la movimentazione logistica fino all’arrivo a destinazione.

 

Guarda il video

Il laboratorio di Adacta

Il Consensory® Center è il luogo che abbiamo creato per dimostrare la nostra visione delle ricerche sul prodotto ed i valori professionali in cui crediamo.

 

Un anno di lavoro per realizzare uno tra i più moderni e attrezzati centri in Europa dedicato alle ricerche sensoriali ed alle prove di prodotto.

 

Visita la struttura, clicca qui

 

Una progettazione attenta degli spazi, frutto della consulenza di esperti che da anni lavorano a contatto con aziende di livello nazionale ed internazionale, ci ha consentito di realizzare diverse aree funzionalmente integrate fra di loro:

 

L’articolazione di questa struttura che si sviluppa su due piani e su una superficie complessiva di oltre 500 mq., riflette il doppio approccio che è spesso utile adottare per studiare compiutamente le prestazioni sensoriali dei prodotti alimentari, quello della percezione soggettiva” dei consumatori, affiancato a quello della misurazione “oggettiva” dei giudici sensoriali.

 

Il sistema di qualità del Consensory®Center è certificato UNI EN ISO 9001 : 2008 e UNI ISO 20252:2012.. Il centro ha inoltre ottenuto l’autorizzazione sanitaria ed opera nel rispetto del manuale di autocontrollo per l’igiene degli alimenti basato sui principi del sistema HACCP.

lab2

La Sensory Room del Consensory® Center (Iso 8589) per l’analisi oggettiva delle proprietà sensoriali dei prodotti, è dotata di 10 cabine attrezzate per la valutazione individuale da parte dei giudici sensoriali. Un sistema di verifica ambientale garantisce il controllo degli odori, della temperatura e dell’umidità. Tutte le postazioni sono informatizzate e lavorano con un programma statistico di acquisizione dei dati sensoriali.

 

L’area è collegata al culinary center da un montacarichi interno che consente il passaggio dei campioni in test ed è annessa alla sample preparation room ed alla sala di generazione dei descrittori dove i giudici si riuniscono per lavorare sui prodotti oggetto di indagine prima della seduta sensoriale vera e propria.

 

Il laboratorio sensoriale del Consensory® Center fa parte dell’Adacta Sensory net, la prima rete italiana di laboratori sensoriali nata nel 2001. Un network di sensory room specializzate per categoria di prodotto ed accuratamente selezionate, scelte e seguite dai nostri esperti sensoriali. Una rete che lega alcune fra le principali aziende del settore sotto la direzione scientifica ed operativa dei nostri ricercatori.

 

Guarda il video

giudici2

Chi è il giudice sensoriale?

È una persona:

  • uomo o donna, giovane o anziana
  • selezionata perché predisposta fisiologicamente
  • addestrata metodologicamente
  • che lavora in commissione (panel)

 

Che differenza c’è fra un consumatore ed un giudice?

I consumatori esprimono giudizi soggettivi, vale a dire: misure di gradimento, di preferenza, di accettabilità, di aspettativa.
I giudici esprimono giudizi oggettivi, misure di intensità, classificazione per attributi.

 

Fra consumatori e giudici non c’e’ conflitto ma complementarieta’, possiamo dire che i giudici misurano ciò che i consumatori apprezzano.

 

Il sapore ha un ruolo chiaro nella valutazione sensoriale di un prodotto, ma quali sono le caratteristiche che possiamo percepire attraverso gli altri quattro sensi?

 

Cominciamo dall’olfatto.

Il naso ha un ruolo fondamentale nell’assaggio di un prodotto, il profumo, il semplice odore di un alimento contribuisce a crearne il gusto. Non a caso quando siamo raffreddati ed abbiamo il classico “naso otturato” non riusciamo a distinguerne bene il sapore.

 

E la vista?

Gli occhi danno la possibilità di immaginare, ancor prima di assaggiarlo, come sarà un prodotto.

 

E il tatto e l’udito?

Toccando un prodotto ci possiamo rendere conto del suo volume, della sua consistenza del suo peso. Pensiamo all’importanza del ruolo di quest’organo di senso nella scelta di un prodotto cosmetico, ad esempio una crema.
Attraverso le nostre orecchie percepiamo invece il rumore che “producono” i prodotti. Le persone con problemi di udito hanno maggiore difficoltà ad avvertire la croccantezza di una mela o la morbidezza di una caramella. Nel comparto non food è poi indiscutibile il ruolo che ha quest’organo di senso. Forse non tutti sanno che il “click” della chiusura di un rossetto o il rumore che produce lo sportello quando viene chiuso, possono avere un influenza non da poco nella scelta d’acquisto da parte del consumatore.

 

Come si diventa giudici sensoriali?

Periodicamente il nostro panel leader indice delle selezioni per il reclutamento e l’addestramento di nuovi giudici sensoriali. L’attività di screening dei candidati ha una durata di circa una settimana e punta a verificare l’attitudine dei candidati relativamente a:

  • capacità di percezione visiva, gustativa e tattile
  • qualità dei recettori nasali
  • attitudine intellettiva a compiere test discriminanti qualitativi, test descrittivi semantici ed in generale alla comprensione dei metodi di analisi

 

Perché i giudici sensoriali vengono definiti come uno strumento di misura?

Fino ad oggi non hanno ancora inventato una macchina che sia in grado di valutare l’intensità degli attributi di un prodotto, ad esempio l’intensità del dolce, dell’amaro, dell’acido. Un giudice sensoriale sa farlo.

 

Il giudice sensoriale viene retribuito?

Certamente. Fare il giudice sensoriale significa svolgere un lavoro e come tale è giusto che l’impegno venga ripagato con un corrispettivo economico.

 

Guarda il video

consumer beauty center

Testare questo tipo di prodotti è una esperienza ad elevato contenuto sensoriale.

Texture, colore, profumo, pack costituiscono infatti i principali driver di gradimento per i cosmetici, i detergenti ed i prodotti per la pulizia della casa.

 

Per trasformare l’uso di un bene in un’esperienza di consumo, sia a punto vendita, che nell’atto del consumo vero e proprio servono delle tecniche sofisticate di ricerca che necessitano di luoghi sempre più specializzati per i test di prova. Per tale motivo all’interno del Consensory® Center abbiamo realizzato una sala test con speciali postazioni sensoriali, ciascuna dotata di lavandino, specchio, sala preparazione campioni collegata e dispositivo di riciclo e pulizia dell’aria.

 

Guarda il video

consumer-test2

Molte sono le scelte che concorrono al successo di un prodotto.
I benefici funzionali, edonistici o nutrizionali, connotazione sensoriale, il nome, la confezione, il colore, il sapore o la formula, la comunicazione ed il prezzo.

 

L’ascolto dei consumatori aiuta le aziende a scegliere il mix più adatto.
L’integrazione della consumer research con l’analisi sensoriale fornisce risultati ancora più completi.

 

Per dare queste risposte i ricercatori di Adacta hanno creato il Consensory© Test System.

 

Guarda il video

logistica2

La logistica è un elemento chiave nelle ricerche di marketing ed in particolare per quelle aziende che come Adacta hanno scelto la specializzazione nel product testing. La crescita di questa area aziendale ha determinato l’esigenza di:

 

  • individuare una risorsa, il “logistic manager” in grado di coordinare tutte le attività di gestione dei prodotti;
  • realizzare un’organizzazione logistica con ampi depositi per lo stoccaggio dei prodotti e delle attrezzature per la movimentazione ed il trasporto;
  • stringere rapporti di partnership con strutture specializzate nel settore in particolare per quanto riguarda la movimentazione dei freschi e la loro conservazione;
  • sviluppare una particolare competenza nelle modalità di corretta ed efficace “blindizzazione” dei prodotti, con una capacità produttiva adeguata anche a grandi quantità.

 

Un sistema informatico assiste le diverse fasi di preparazione dei campioni consentendo di controllare la movimentazione logistica fino all’arrivo a destinazione.

 

Guarda il video

Clicca per approfondire

PECULIARITÀ/ SPECIFICITÀ

Sistema di controllo degli odori

Sistema di controllo della temperatura

Gestione logistica dei prodotti

Luci verdi e rosse per neutralizzare l’effetto del colore del prodotto

AREA PER I PRODUCT TEST

Sale per la conduzione di test su prodotti alimentari, cosmetici e per l’igiene personale

Sala sensoriale con cabine per i giudici

Area per la preparazione dei prodotti

Sale viewing

Area test per giochi e giocattoli (toys and games test area)

CUCINA

Forni elettrici

Piani cottura a gas

Piani cottura a induzione

Forni a microonde

Frigoriferi

Congelatori

Clicca per approfondire

PECULIARITÀ / SPECIFICITÀ

Sistema di controllo degli odori

Sistema di controllo della temperatura

Gestione logistica dei prodotti

Luci verdi e rosse per neutralizzare l’effetto del colore del prodotto

AREA PER I PRODUCT TEST

Sale per la conduzione di test su prodotti alimentari, cosmetici e per l’igiene personale

Sala sensoriale con cabine per i giudici

Area per la preparazione dei prodotti

Sale viewing

Area test per giochi e giocattoli (toys and games test area)

CUCINA

Forni elettrici

Piani cottura a gas

Piani cottura a induzione

Forni a microonde

Frigoriferi

Congelatori